Acquista questo spazio pubblicitario
EMAIL GRATUITA
Richiedi una casella email gratuita
@infoagropoli.it da 2GB
con antivirus e antispam inclusi.

 

 

CERCA

 
Atena Lucana è il Comune Riciclone 2008 per la Campania
21/09/2008 08:34

E' Atena Lucana, comune di circa 2mila abitanti, con il 90,8 % di raccolta differenziata, il "Comune Riciclone Campano" 2008. Al posto d’onore Rofrano con il 86,9% e medaglia di bronzo per il comune avellinese di Sant’Angelo all’Esca con l’85%. E’ stato presentato nei giorni scorsi, presso la Provincia di Napoli, la IV edizione del Premio Comuni Ricicloni Campania 2008 il riconoscimento ai Comuni per la migliore percentuale di raccolta differenziata organizzato da Legambiente.

 In Campania la differenziata viaggia tra la provincia di Avellino e Salerno, con la prima che scavalca Salerno in un esemplare testa a testa. Nella top ten primeggia la Provincia di Avellino con ben sei comuni su dieci.

Nella classifica generale si evidenzia come sono ben 118 i comuni, che nel 2007 hanno superato la soglia del 40% di raccolta differenziata come previsto dalla Legge Finanziaria per quell’anno , che diventano 155 se si considera la soglia del 35%. Complessivamente in Campania si è raggiunto il 16,1% di raccolta differenziata. Il lavoro di ricerca e di analisi è basato sui dati dell'ARPAC,dell'Osservatorio Provinciale dei rifiuti di Salerno, Napoli e Caserta e dai comuni con riferimento al 2007. “

L’edizione di comuni ricicloni – ha dichiarato il presidente regionale di Legambiente Michele Buonomo – dimostra che esiste un Campania moderna che ha imparato a trattare bene i rifiuti, creando, economia e lavoro. Insomma hanno saputo trasformare i rifiuti da problema a risorsa. Siamo consapevoli di quanto ancora resta da fare, soprattutto nei capoluoghi di provincia in notevole ritardo sulla differenziata. Nella realtà la soluzione per uscire dall'emergenza esiste: estendere al territorio campano, cominciando da Napoli, l'esperienza dei comuni ricicloni, completare l'impiantistica regionale realizzando almeno 20 impianti di compostaggio mentre riteniamo sbagliato la realizzazione di 4 inceneritori e 10 discariche. Con essi - conclude Buonomo- si rischia concretamente il ritorno alla monocultura della eliminazione finale con buona pace dei tanti comuni ricicloni che in questi anni hanno puntato e investito sulla riduzione e la differenziata dei rifiuti.”

Tutti i Premi dei Comuni Ricicloni Altro riconoscimento per il comune Atena Lucana per la migliore percentuale di raccolta differenziata nella categoria dei comuni al di sotto dei 10mila abitanti,grazie ad un sistema di raccolta “porta a porta” (o “domiciliare”), che si è dimostrato fondamentale nella determinazione del risultato finale con raccolte differenziate da record. Secondo posto per Rofrano(Sa) che si caratterizza per un efficiente gestione complessiva del servizio raggiungendo la quota del 86%. Vince Bellizzi (Sa) nella categoria dei comuni tra i 10mila ed i 20mila abitanti, con il 76,6%% di raccolta differenziata grazie ad un servizio domiciliare di raccolta. L'arma vincente del comune una forte campagna di comunicazione che ha puntato sulla partecipazione consapevole di tutti i cittadini. Segue Montecorvino Rovella (Sa) con il 67%.

Nella categoria sopra i 20mila abitanti comune riciclone per Nocera Superiore con il 59,8% , segue Mercato San Severino(Sa) con il 58,5%, Per quanto riguarda i consorzi il premio va al Consorzio Av2 con la media del 40,2% di raccolta differenziata, seguito dal Consorzio Sa3 con il 40,1%. Il premio Provincia riciclone spetta ad Avellino con il 30,6% seguita da Salerno con il 28,9%. Terza Benevento con 20,7%.

Più indietro la Provincia di Napoli con 12,5% e Caserta con il 7,88%. Premi speciali e menzioni Comuni ricicloni, come tradizione, assegna anche alcuni riconoscimenti speciali a comuni o consorzi che si distinguono per la qualità di uno specifico servizio di raccolta e smaltimento, così come si riserva di dare menzioni particolari a realtà che si stanno muovendo con successo, magari in un contesto territoriale difficile. Premio speciale per migliore raccolta carta e cartone per i comuni di Anacapri(Na), S. Egidio del Monte Albino(Sa), Lioni(AV), San Salvatore Telesino(Bn), Casagiove(Ce). Miglior raccolta imballaggi in plastica per il comune di Monte di Procida(Na), per miglior raccolta imballaggi in alluminio per Battipaglia(Sa), per imballaggi in vetro per Praiano(Sa) e miglior raccolta imballaggi in legno per Anacapri e Fisciano(Sa). Inoltre sono stati premiati per la migliore raccolta imballaggi in Tetra Pak ai comuni di Cava dei Tirreni, Scafati, Nocera Inferiore, Fisciano, Baronissi, S. Angelo all’Esca, S. Andrea di Conza, Taurasi, Vallessacarda, Scampitella.

Premio Speciale per la raccolta differenziata nei comuni turistici ai comuni di Casalvelino, S.Giovanni a Piro, Positano e Cetara per la provincia di Salerno, Vico Equense e Massa Lubrense per la provincia di Napoli per l'impegno profuso per la raccolta differenziata in un contesto reso difficile dal grande flusso turistico estivo. Inoltre Legambiente ha dato un riconoscimento a quei comuni o realtà territoriali che hanno avviato nell’anno in corso la raccolta differenziata con buoni risultati. Tale menzione speciale è andata a Acerno, Acerra, Eboli, Ottaviano, Positano, Salerno, S. Sebastiano al Vesuvio e il quartiere dei Colli Aminei a Napoli. Inoltre un premio “Buone Pratiche Scuola Riciclone” è stato assegnato alla Scuola IPIA Ponticelli Sannino di Napoli per l’esperienza del progetto Scuole Aperte “alluminio in rete”. Le ombre del dossier Le grandi città, sono ancora in notevole ritardo lontano dalle percentuali minime da raggiungere. Infatti dobbiamo arrivare al 297mo posto per trovare Benevento con 14,3% di raccolta differenziata, segue Salerno al 313 posto con il 13,4% anche se fa ben sperare l’adozione del sistema secco-umido, porta a porta. A seguire Napoli con 12,6%, Avellino con il 9,1%. Chiude Caserta con il misero 2,6%. E come si premia le migliori performance in raccolta differenziata così Legambiente assegna le maglie nere. Sono ben 48 i comuni in Campania che registrano uno zero spaccato nella tabella della percentuale di raccolta differenziata.

“L´iniziativa- ha commentato Stefano Ciafani, responsabile scientifico Legambiente- assume un doppio significato. Da un lato, premiare quei comuni hanno raggiunto quote rilevanti di Raccolta Differenziata per rimarcare che, in Campania, si possono raggiungere cifre invidiabili e, dall´altro, lanciare un monito e un invito a quei comuni che fanno ancora poco, dimostrando di voler uscire dall´emergenza che li attanaglia, più a parole che con scelte concrete. La riduzione e la differenziata dei rifiuti è la strada maestra per uscire dall’emergenza ma è parallelamente è necessario un giro di vite contro il cancro del traffico illecito dei rifiuti tossici e nocivi presentando in tempi brevi il piano regionale dei rifiuti speciali e far partire la messa in sicurezza , la bonifica ed il ripristino ambientale dei siti inquinati. Solo in questo- conclude Ciafani- possiamo ricostituire il capitale sociale fatta di fiducia e partecipazione dei cittadini.”



Autore

Riproduzione riservata © InfoAgropoli

<< Torna alle ultime notizie



TAGS: Attualita', raccolta, comuni, differenziata, napoli, provincia, salerno, premio, ricicloni, rifiuti, campania, comune, imballaggi, migliore, avellino, legambiente
WEBCAM LIVE

Webcam precedente
Webcam successiva
 Acquista questo spazio pubblicitario

SEGUI INFOAGROPOLI

RUBRICHE
ULTIME DAL FORUM
di nonno nino il 20/04/14 08:44
di antimao il 15/04/14 09:19
di antimao il 14/04/14 13:14
di apolide il 29/03/14 22:05
ANNUNCI IMMOBILIARI
Appartamento Via Boccaccio, mq 75 €: 165.000 locali: 3 bagno: 1

Locali commerciali Via Pio X, da mq 45 a mq 80

Duplex Via Serra, mq 70 €: 160.000.00 locali: 4 bagni: 2
ANNUNCI VARI
Lavoro